Anonim

Ricordando come tutto ebbe inizio

"Ricreare la ruota" è un termine spesso ascoltato nelle scuole e viene utilizzato principalmente come denuncia. Quando gli educatori vengono spinti in nuovi regni di tecnologia, strategie di insegnamento o ambienti scolastici, devono ricreare documenti e attività per adattarsi a queste nuove arene educative. Ma c'è di più in queste lamentele oltre allo stress annuale delle lezioni di rielaborazione. Nell'era digitale, può essere semplice come scivolare un dito e tutti i nostri preziosi documenti sono stati cancellati.

Niente più fogli di lavoro, dispense, rubriche, test! Abbiamo solo due opzioni: ricreare tutte le nostre "ruote" o smettere di insegnare e diventare un venditore di auto usate.

Coloro che decidono che ci restano ancora alcuni anni assumeranno il compito scoraggiante di ricreare tutto ciò che abbiamo insegnato in passato. E mentre stiamo sfogliando The Great Gatsby cercando di trovare una citazione sulla donna con il vestito giallo, una piccola luce si accende.

Iniziamo a mettere in discussione l'incarico stesso. "Perché devo trovare la donna con il vestito giallo? Su cosa si concentrava davvero questo foglio di lavoro? Quale abilità stavo cercando di insegnare?" E ci rendiamo conto che non abbiamo posto questa domanda da quando abbiamo creato il foglio di lavoro. Da qualche parte, anni fa, questo foglio di lavoro era il lavoro di un sognatore, una persona che stava per riempire il simbolismo alla gola di ogni volente decimo selezionatore in modo che non sarebbero mai stati in grado di superare i grandi archi gialli senza chiedersi: "Cosa stanno cercando di farmi sentire ? "

Ma anni e ripetizioni hanno diluito le aspirazioni di quel foglio di lavoro. Nel corso del tempo, perdiamo la concentrazione e dimentichiamo cosa stavamo cercando di insegnare con queste attività e semplicemente proviamo a superarle. Se i bambini possono rispondere alle domande, devono aver imparato qualcosa. Destra?

L'insegnante superiore

Nel corso del tempo, tutti gli insegnanti sono guidati dalle dispense, dai fogli di lavoro ottimizzati, dalle attività molto amate. Cominciamo a dimenticare perché li usiamo e li usiamo semplicemente perché abbiamo una connessione nostalgica con quella volta in cui i bambini hanno amato e imparato e ci siamo sentiti realizzati. Questo senso di realizzazione è qualcosa che possiamo ottenere spesso, ma solo se cambiamo - spesso. Spesso si argomenta che gli insegnanti devono riflettere perché gli studenti e le loro esigenze cambiano e tale argomento ha un grande merito. Ma dobbiamo anche riflettere mentre cambiamo, quando cresciamo e soprattutto quando ci sentiamo a nostro agio.