Anonim

I cervelli umani sono organi sociali: sono neurobiologicamente cablati per la connessione. Ma così come il cervello dei nostri studenti può essere influenzato negativamente da disposizioni, avversità e comportamenti negativi, così anche il cervello dei loro genitori, influenzando le relazioni con gli insegnanti.

Ciò che ritiene oppositivo e offensivo da parte di un genitore potrebbe essere un cervello sfinito, uno che sta cercando di sopravvivere e quindi si sta difendendo e prestando molta attenzione alle esperienze o alle relazioni che possono sentirsi minacciose o pericolose.

Ci sono momenti in cui possiamo sentirci vittime di bullismo da parte di un genitore e, poiché le emozioni sono contagiose, anche noi possiamo sparare parole dure se ci sentiamo incompresi e arrabbiati. Sono necessari confini sani. Potremmo anche intensificare involontariamente un conflitto allontanandoci ulteriormente dalla collaborazione e dalle soluzioni. Un educatore disregolato non può aiutare un genitore disregolato.

Io stesso sono stato frainteso e incolpato, nel mio caso era per i comportamenti distruttivi di nostro figlio maggiore in un momento in cui si trovava in una crisi emotiva. Undici anni fa, quando Andrew ha iniziato il suo primo anno al liceo, l'ansia, la depressione e la rabbia mascherano la paura che ha quasi travolto la nostra famiglia. Ci siamo sentiti indifesi e spesso senza speranza per quanto riguarda i rapidi e inaspettati cambiamenti che ha subito. Stava lottando emotivamente e esibendo comportamenti preoccupanti.

Nel mezzo di questo periodo spaventoso e caotico, ho ricevuto un'e-mail dall'insegnante di spagnolo di Andrew. La linea tematica era "Andrew in azione". Il mio cuore batteva all'impazzata quando l'ho aperto. Ecco cosa ho letto:

Caro dottor Desautels,

Volevo che tu sapessi che Andrew ha finito il suo progetto oggi e aveva un sorriso sul suo volto. Ha aiutato altri gruppi e volevo solo condividerlo con te.

Per favore fatemi sapere come posso servirvi nei giorni e nelle settimane a venire.

Signor Pickett

Imparare come genitore, Imparare come educatore

Questa email ha cambiato tutto per me come mamma e come educatrice. Ha aiutato la nostra famiglia a sperimentare un po 'di speranza e ispirazione. Andrew ha lavorato duramente per Mr. Pickett quel semestre e si è concluso con una A. Ha fallito la maggior parte delle altre classi, ma a causa della connessione che questo insegnante ha creato con Andrew, si è sentito ascoltato, visto e apprezzato. Ha imparato. Abbiamo imparato. E fino ad oggi, siamo grati.

Una cosa che ho imparato è che devo regolare il mio stato cerebrale prima di interagire con i genitori. Posso solo controllare il mio stato emotivo e modellare ciò di cui ho bisogno da chi mi circonda. Proprio come incorporiamo routine, procedure e confini e culture sicure per i nostri studenti, penso che possiamo creare la stessa infrastruttura quando comunichiamo con i genitori.

L'email del signor Pickett mi ha portato a sviluppare tre domande che uso per iniziare a calmare studenti e genitori che sono arrabbiati e conflittuali:

  1. Di che cosa hai bisogno?
  2. Come posso aiutare?
  3. Cosa possiamo fare per renderlo migliore?

Oltre a porre domande come queste, ci sono alcune altre cose che gli insegnanti possono fare per costruire relazioni positive con i genitori e non hanno bisogno di impiegare molto tempo.

Idee per costruire relazioni con i genitori

All'inizio di un anno scolastico, un semestre o un periodo di valutazione, possiamo scrivere lettere ai genitori, condividendo ciò che abbiamo notato sui loro figli, in particolare i loro punti di forza. Condividere il nostro interesse in questo modo costruisce ponti.

Celebriamo spesso gli studenti della settimana o del mese, ma se celebrassimo i genitori della settimana o del mese? Anche se dobbiamo scavare a fondo per un'affermazione, tali celebrazioni potrebbero spingere un genitore a collaborare con noi.

Sappiamo che le chiamate positive verso casa possono essere efficaci, ma possiamo anche portare la casa nelle nostre classi avendo una sezione di famiglia nella nostra newsletter o sito Web in cui le famiglie condividono celebrazioni come nuovi bambini o fratelli, nuove case, nuovi animali domestici o grida- out per specifiche competenze accademiche che gli studenti hanno imparato. Un grido di famiglia potrebbe essere qualcosa del tipo: "Grazie per aver portato David all'inizio di questa settimana, dato che abbiamo davvero avuto la possibilità di lavorare sulle sue abilità matematiche". Prova ad avere un riconoscimento speciale mettendo in evidenza un'intera famiglia una volta alla settimana per celebrare le culture e composizione di ogni famiglia unica.

Le conferenze tra genitori e insegnanti possono sembrare intimidatorie e critiche per gli operatori sanitari. Alla conferenza iniziale, potremmo condividere un talismano di connessione e collaborazione: questa potrebbe essere una pietra, una fotografia, una poesia, un'affermazione o una nota di speranza e incoraggiamento.

E ci sono ulteriori domande che potremmo porre ai genitori per stringere relazioni più forti:

  • Per favore, condividi come posso lavorare con te quest'anno per contribuire a rendere la terza elementare un'esperienza positiva ed emozionante per tuo figlio.
  • Per favore, condividi i tuoi ricordi preferiti di tuo figlio. Cosa lo fa sorridere e ridere?
  • Di cosa hai bisogno da me che sarebbe utile per tutti?
  • Quali sono due cambiamenti che vorresti vedere nella nostra classe o scuola?
  • Ci sono cambiamenti a casa che potrebbero essere utili per me sapere?
  • C'è qualcosa che vorresti insegnare o condividere con la nostra classe quest'anno?